Follonica, città dello sport tra eventi di rilievo e attenzione per i piccoli impianti

Follonica, città dello sport. E’ quello, infatti, uno degli elementi su cui Andrea Benini e la sua coalizione intendono puntare per il programma di sviluppo dei prossimi anni. “Lo sport è un degli elementi fondamentali per la crescita e lo sviluppo di un territorio e di una comunità”, spiega Benini. “Non solo perché attraverso la pratica sportiva si trasmettono valori importanti e si favorisce la crescita e lo sviluppo in salute della popolazione, ma anche perché la realizzazione di eventi sportivi, anche di interesse nazionale mondiale, può attrarre visitatori sul territorio e contribuire alla destagionalizzazione del turismo”.

 

Lo sport quindi come motore culturale, sociale turistico ed economico. “In questi anni abbiamo lavorato per attirare importanti manifestazioni sul territorio, promuovendo Follonica presso le federazioni delle diverse discipline e i risultati si sono visti: basti pensare alle presenze turistiche nei mesi di marzo 2017 e marzo 2018, che hanno registrato un aumento di oltre il 40 per cento”.

 

Fondamentale, per il miglioramento di questo progetto, la riqualificazione degli impianti “… come il Palagolfo, che rappresenta per noi una priorità: oltre al progetto presentato al Ministero e alla Regione per il rifacimento delle coperture e degli infissi, in un’ottica anche di efficientamento energetico della struttura, vogliamo investire sull’area per farla diventare un vero e proprio Parco dello sport, valorizzando le parti verdi perché oltre ad una nuova palestra da costruire, possa essere vissuto quel luogo in continuità con l’area del Parco Centrale, come spazio di ritrovo, di incontro, di divertimento, di gioco e sport informale”. Un’area che sarà collegata, anche attraverso percorsi pedonali e ciclabili e con un migliore sistema di trasporto pubblico, alla zona del Parco Centrale, dove troverà casa il nuovo Polo scolastico.

 

“Vogliamo sostenere – aggiunge Benini – anche il progetto per la creazione del nuovo campo da golf, che potrà essere anch’esso un grande volano turistico oltre che sportivo”.
Spazio anche allo sport di base, “… con azioni concrete per far crescere il movimento sportivo cittadino – spiega Benini – e con progetti per la manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti gli impianti, dal tennis al minigolf, dal polo nautico alla piscina, intercettando risorse regionali, statali ed europee, come abbiamo già fatto e come stiamo facendo”. Un punto importante di questo piano riguarda anche i piccoli impianti sportivi “informali” presenti nei quartieri “… in cui crediamo molto – continua Benini – perché sono punti di aggregazione e presidio di animazioni per le diverse aree della città”. Ecco quindi che nel programma per i prossimi cinque anni trovano spazio percorsi saluti ed aree wellness nei parchi della città, il miglioramento della Play area “Alessio Galgani” a Senzuno e il progetto per realizzare un play ground e un pump track nell’area del Parco Centrale.

 

“Non vogliamo trascurare – conclude Benini – neppure la necessità di realizzare uno spazio sagre attrezzato e funzionale nell’area del Palagolfo che sarà a disposizione di tutte le associazioni che vorranno promuovere questo tipo di attività di socializzazione e raccolta fondi”.